1954 -  Marilyn visita un ospedale militare a Tokyo.
1954 - Marilyn visita un ospedale militare a Tokyo.


Marilyn Monroe e Joe DiMaggio erano in viaggio di nozze a Tokyo, in Giappone nel febbraio del 1954, quando Marilyn riceve un invito dal comando Oriente generale John E. Hull per intrattenere le truppe americane di stanza in Corea lacerata dalla guerra. Dopo un po 'di riflessione e di discussione con il marito lei ha decise di andare. Va detto però che Joe ha contestava la sua decisione di andare in Corea solo per la sua sicurezza. L'armistizio era stato appena firmato nel luglio del 1953, molto vicino alla linea del fronte era ancora un posto molto pericoloso in quel momento rischioso per gli attentati, ma lei era decisa e non tornava indietro "il minimo che potesse fare."

1954 -  Marilyn in Japan.
1954 - Marilyn in Japan.

1954 -  Marilyn e Joe in Japan.
1954 - Marilyn e Joe in Japan.


Il suo tour consisteva in dieci spettacoli di quattro giorni in temperature sotto lo zero. Indossando nient'altro che un vestito molto attillato e scollato, taglio basso, abito color prugna lustrini, ha entusiasmato le truppe con il suo canto, la danza, e le battute. Ovunque andasse era accolti con calore e apprezzamento. Uno Army Corps of Engineers funzionario disse di Marilyn, * "Di tutti gli artisti che sono venuti da noi in Corea, e ci sono stati una mezza dozzina o giù di lì, lei era la migliore ...


Era freddo pungente, ma lei non aveva fretta di andarsene. Marilyn era un grande intrattenitrice. Ha fatto migliaia di autografi senza sentire ne stanchezza ma con piacere disinvoltura. "Marilyn eseguì con una band composta da undici militari chiamati Anything Goes. Il suo pianista, Albert guastafeste è stato colto di sorpresa dal modo in cui aveva i piedi per terra e modesta che era. E 'stato citato come dicendo, "Qualcuno dovrebbe andare da lei e dirle che è Marilyn Monroe. Lei non sembra rendersene conto. Quando si effettua una goof lei ti dice che le dispiace. Quando Goofs, lei si scusa con me! "


Durante la sua visita ha anche visitato gli ospedali in Giappone, dove i militari feriti laici, fermandosi a parlare, agitando le mani, firma autografi, posa con tutto quello che ha chiesto per le immagini. Anche se lei era totalmente esausta per il tour e preso un lieve caso di polmonite, ha poi detto la sua amica Amy Greene che il tour Corea era uno dei momenti salienti della sua carriera,"era la cosa migliore che mi sia mai capitata, era così meraviglioso guardare giù e vedere un uomo che mi sorride".


L'arrivo in elicottero nel campo

SALI

INDIETRO